GAMC Viareggio

“Macchina interattiva per testare la resistenza del filo a cui è appesa la nostra vita”

Progetto per LEO EX MACHINA (ingegni leonardeschi nell’arte contemporanea) a cura di BAU

Opera in formato bidimensionale A5 inserita all’interno del numero dodici di BAU CONTENITORE DI CULTURA CONTEMPORANEA  e in mostra alla GAMC di Viareggio dal 28 giugno all’11 ottobre 2015.

resistenza leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre resistenza leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre resistenza leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre

Gli artisti erano invitati a progettare, ispirandosi al mito e alla contemporaneità di Leonardo e muovendosi tra funzionalità e immaginazione nuove macchine “leonardesche”, ipotizzandone – se possibile – una concreta utilità per espandere il nostro futuro prossimo.

Il mio progetto prende spunto dal progetto di macchina leonardesca per testare la resistenza dei fili di ferro nel Codice Atlantico f. 222r.

Screenshot 2014-11-21 17.45

Al posto della “minuta rena”  si trovano i pallini di piombo, e la macchina serve per testare la resistenza del filo a cui è appesa la nostra vita.

Un vaso graduato con pallini di piombo
(parole e azioni che feriscono)
che noi
– in relazione circolare di interdipendenza-
gettiamo nella vita degli altri.
Le persone sono contenitori opachi
non sappiamo quanta sofferenza già
racchiudono in sé.
Quale sarà il peso che possono sopportare?
Quale sarà la resistenza del loro filo?
Ogni pallino di piombo che va a gravare,
porta la persona sempre più
vicino al limite
del suo breakdown
finché basterà un solo pallino in più:
il filo si spezza

IL CONTENITORE-PERSONA CADE.

resistenza leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre

 

Non tutte le persone hanno al proprio interno un “meccanismo” (naturale o “costruito”) che permette loro di farsi “scivolare sopra”  o di “espellere” i pallini prima che il contenitore sia troppo carico.

Prima di sparire il prossimo pallino, dovremmo forse pensarci…

Potrebbe essere proprio quel pallino in più che fa spezzare il filo.

 

Sotto alcune foto della presentazione alla GAMC

leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre leo ex machina mostra leonardo da vinci bau gamc viareggio laura correggioli corre