Sono una pittrice che dipinge le donne con sguardo femminile e femminista.

Cosa significa essere donna al giorno d’oggi?

Partendo da immagini e storie di donne reali, attraverso la mia ricerca artistica esploro il mondo femminile contemporaneo toccando tematiche rilevanti nella società attuale come identità di genere, stereotipi, parità, rapporto col proprio corpo, mercificazione del corpo, stereotipi, body positivity, violenza.

 

Nelle mie opere sono raffigurate principalmente donne ritratte nella loro intimità, nude fisicamente o denudate psicologicamente, che lasciano trasparire il loro mondo interiore attraverso la gestualità del corpo e delle mani in particolare.

Esploro l'identità e il senso del sé nell'era digitale, raccontando storie di donne che si ribellano a stereotipi e pregiudizi: una sguardo femminile e femminista che  "libera" il corpo della donna dal “male gaze” e dalla visione maschilista che lo vede come mero oggetto erotico. La nudità fisica e psicologica è simbolo di libertà da vincoli fisici, mentali e culturali, e riappropriazione di se stesse.

Le mie donne dipinte sono spesso da sole e allo specchio: la natura dello specchio come mezzo di auto-riconoscimento è in relazione alla donna come simbolo di riflessione su se stessa e di riflesso di se stessa nel mondo attuale. 

 Identità privata e sociale della donna in particolare legata alla questione della parità di genere:  “Dipingo ritratti di donne in contesti e atteggiamenti diversi. Sono ispirata da donne particolari, espressive, di carattere: vengono da tutto il mondo, alcune le conosco personalmente, altre sono mie modelle “a distanza”. In un certo senso ritrovo un riflesso di me in loro. Attraverso le mie opere vorrei riuscire a esprimere cosa significa essere donna nel tempo presente” .