Foresta nera

Attraversiamo il Reno di mattina presto e mi trovo in Germania nella elegante e un po’ spocchiosa cittadina di Baden Baden dove riempio la mia bottiglia di acqua termale, una rapida occhiata all’ingresso del casinó e attraverso la Foresta Nera ecco il Mummelsee a 1000 metri sul livello del mare, dove il Dio del lago protegge le sue figlie-ninfee affogando gli uomini che si avvicinano di notte. A Freudenstadt (città della gioia) non si sono rassegnati a guerre, epidemie e carestie nel corso dei secoli e hanno reso la Marktplatz la piazza più grande e poliedrica della Germania dove i bimbi giocano come fossero al mare e anche io vorrei giocare con l’acqua – non fosse così freddo.
Dagli abeti scendendo a valle, frutteti a non finire, che qui usano non per vendere la frutta al mercato (perché tutte le famiglie hanno centinaia di alberi) ma per fare la grappa!

Un detto del luogo dice
 “Quando uno beve vino bianco, pensa belle cose
. Quando beve vino rosso, dice belle cose
. Quando beve Champagne, fa belle cose”
Friburgo mi aspetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *