Versailles

L’opulenza e la vastità di Versailles mi hanno provocato un’indigestione di foglia d’oro tale che all’uscita, guardando quel balcone da dove per ultima si affacciò Maria Antonietta, mi ha ancora più convinta del “hanno fatto bene a tagliare la testa a tutti quanti”.
Mentre borghesi aspiranti nobili venivano per cercare di comprarsi il titolo “evadi-tasse”, genitori (berlusconianamente ante-litteram) portavano le figlie sperando di farle diventare cortigiane.
Luigi IV era bruttino e malaticcio (gonorrea, febbri, vaiolo, mal di schiena, mal di stomaco, problemi ai denti, alito fetido, cancrena). Ah, ed era bassino e indossava tacchi e parrucca per sembrare più alto. Ma si credeva il sole.
A barocca dimostrazione del fatto che la sicurezza in se stessi è affar serio, ancor prima dei manuali sull’autostima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *